Attenzione alle persone demotivanti!

Attenzione alle persone demotivanti!

Avete presente quando avete la sensazione che vi taglino le gambe? Non letteralmente, s’intende, ma in modo figurato, è quella sensazione di essere sotto un effetto dannoso per la vostra vita e salute, e senza capire il perchè.

Ognuno di noi ha avuto, o ha, un parente, un amico, un socio in affari, un collaboratore o un dipendente che ... ... borbotta sempre, non è mai d'accordo, vede sempre il bicchiere mezzo vuoto, che quando ci sta un bel mattino caldo e soleggiato ... ... per sicurezza esce con l’ombrello – e magari dice anche a voi: " Stai attento, la giornata potrebbe guastarsi! ", che se proponete un’iniziativa originale ve la stronca in due secondi senza manco valutarla, a priori, e te lo dice in maniera che tu non sai che rispondere, e ti rimane l'amaro in bocca quando dopo un po' a mente fredda dici fra te e te : - Avrei dovuto rispondere così, ma non mi sono venute le parole.

Ecco, in tutti questi casi voi vi trovate davanti ad una persona demotivante. Queste sono quelle persone che vedono sempre il nero e il male ma non solo, tendono a trasferire questa loro peculiare visione del mondo a tutti quelli che gli stanno attorno.

Tutti noi, purtroppo, nella nostra vita incontriamo un certo numero di persone di questo tipo. La maggior parte delle volte non sono neanche persone “cattive” o che ci vogliono male. Spesso sono solo uomini e donne che hanno subito tante legnate nella vita, di frequente fin dall’infanzia, magari per un’impostazione troppo rigida e severa nell’educazione, oppure per la mancanza d’affetto che ha portato ad una scorretta maturazione emotiva o ancora, all’opposto, da un atteggiamento di eccessiva protezione da parte dei genitori, che li ha resi più deboli rispetto all’affrontare i disagi e lo stress con cui dobbiamo interfacciarci nella nostra vita da adulti, e passano il loro costante umore nero che hanno dentro a ogni persona che hanno vicino.

Il brutto è che la persona demotivante agisce come un virus ad alta proliferazione e che, soprattutto, riesce a violare il sistema immunitario più agguerrito. Non vi aiuterà cercare di essere persone solari, ottimiste e propositive. L’influenza di una persona demotivante, soprattutto se vi è molto vicina e passate tante ore con lei – quindi un familiare stretto, un amico/a, un collega o un dipendente – agirà come la classica goccia che buca la roccia.

Pian piano, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, mese dopo mese, anno dopo anno, eserciterà una guerra di logoramento alle vostre riserve di positività. Purtroppo non è vero che il bene è la forza più forte: gli esseri umani rischiano di scivolare nella negatività se non stanno attenti agli scalini viscidi della vita e degli atteggiamenti altrui.

E quindi ? Cosa si può fare in questo caso?

La ricetta parte da dei principi generali che vanno adattati, volta per volta, alla vostra situazione specifica.

  • La prima cosa cruciale è riconoscere le proprie persone demotivanti. Questa è una delle parti più difficili, in quanto la nostra mente non riesce ad accettare che un genitore, o un coniuge, o un amico d’infanzia o un socio d’affari di lunga data o ancora un dipendente storico o strategico siano persone demotivanti. Per anni, in modo da sopportare la loro negatività, nel nostro cervello ci siamo creati una muraglia di scuse per giustificare il loro comportamento. Pensate un po', se c'e' una persona che giustificate costantemente, dicendo, " è fatta così " sarete molto vicina ad averne identificata una. Superare questo grande ostacolo che ci siamo costruiti da soli è il primo scoglio;
  • La seconda cosa è pianificare una “strategia di gestione” o di “contenimento”. Questo cambia da caso a caso. Non pensate di poter affrontare la persona demotivante dicendovi solo che non ascolterete quello che vi dice. Te lo anticipo io, non funziona! L’unico modo è stare di meno possibile con lei. Ci sono mille e un modo, alcuni più “hard”, altri più “soft”. Gli “hard”, ovvero i più duri, sono relativi al troncare, il limitare pesantemente o al modificare in maniera rilevante i rapporti. Sono per loro natura drastici e spiacevoli, molto difficili da fare soprattutto se la persona demotivante è molto vicina a noi (e in genere lo è). Ma sono risolutivi ! Se ancora non avete questo coraggio o non avete le capacità di affrontare il problema in maniera così drastica, potete sfruttare le potenzialità dei rimedi “soft”. Quando si cerca di ammortizzare l’effetto della persona demotivante senza eliminarla dalla propria sfera di relazioni. Una modalità efficace consiste nel diminuire, pian piano, le ore che passiamo con quest’ultima; a questo si aggiunge che, nei momenti in cui stiamo assieme, la “diluiamo” grazie ad altre persone positive e solari che coinvolgiamo (ad esempio non andiamo a visitare una vecchia zia bisbetica da soli, ma andiamoci solo quando possiamo andare con più parenti. Altro consiglio, non aspettate tutti i crismi di saluto, caffè e ammazzacaffè, ma trovate una buona scusa e andatevene il prima possibile). In questo modo modificherete, più lentamente ma altrettanto efficacemente, se tenete duro, le dinamiche che vi buttavano il morale e la salute a terra.
  • Terza cosa da fare. Fai selezione. Inizia a frequentare nuove persone, diversifica le tue amicizie e, se puoi, anche i tuoi collaboratori e dipendenti, facendo entrare nella tua vita gente positiva, motivata e propositiva. In gergo tecnico questo si definisce “inquinamento positivo” ed è il modo migliore per accrescere il nostro successo nelle relazioni e nel lavoro.

Cerca di far tesoro di questi consigli che ti possono essere utili non solo nella vostra professione, ma soprattutto nella vita di tutti i giorni. Ricorda che la nostra vita non funziona a compartimenti stagni, bensì tutto risulta collegato: business, affetti, relazioni, etica. Se una di queste categorie va in passivo sul medio-lungo periodo inizierà a trascinare anche le altre verso il basso. Per fortuna il processo funziona anche in positivo, quindi direi che è tempo di iniziare, è per te. Che ne dici? Se non elimini i pensieri negativi, i pensieri negativi elimineranno te !

Giuseppe Massaiu

No Comments

Post a Reply