Sette punti per affrontare la crisi

Sette punti per affrontare la crisi

“L'ottimista vede opportunità in ogni pericolo, il pessimista vede pericolo in ogni opportunità”

Winston Churchill

Troppo spesso si tende a rimanere incastrati nel rumore di fondo che ci viene martellato da televisione, giornali, a scuola, a lavoro o all'università. Sembra che tutto vada male e che bisogna accettare questo fatto come verità assoluta, sperando di riuscire a barcamenarsi quanto meglio nella "crisi", magari a scapito degli altri.

Questo approccio è il peggiore che si possa adottare, sia nella vita privata che in quella professionale. Per questa ragione abbiamo deciso di andare controcorrente, proponendo una serie di elementi su cui focalizzarci per affrontare il mondo e il mercato in maniera ottimista e propositiva.

La ricetta che proponiamo oggi è composta da sette ingredienti su cui consigliamo di puntare. Non sono necessari tutti contemporaneamente, ma averne una buona parte sarà di grande aiuto.

1. Forza di Volontà

2. Tempismo

3. Comprensione

4. Onestà

5. Empatia

6. Ricerca

7. Ottimismo

La forza di volontà è la base su cui dobbiamo costruire la nostra vita. Dobbiamo individuare i nostri talenti, ovvero quelle qualità personali che possiamo utilizzare al meglio nella vita e nel lavoro. I talenti sono tutto quello che ci piace veramente fare, ma bisogna saperli coltivare, migliorare e perfezionare attraverso lo studio e la pratica. Come diceva il grande poeta Eschilo "La disciplina è la madre del successo". I grandi atleti e sportivi non sono nati così: avevano ottime qualità di partenza, e le hanno allenate giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno fino a raggiungere i  risultati più prestigiosi nelle loro discipline.

Per secondo abbiamo individuato il tempismo. Con quest'ultimo intendiamo la giusta scelta del momento in cui agire. Troppo spesso manchiamo treni importanti della vita perché manchiamo di risolutezza nell'azione. Secondo un grande maestro samurai, Yamamoto Tsunemoto, le decisioni importanti vanno prese nell'arco di sette respiri. In caso contrario arriveranno le paure, le ansie, i timori, i dubbi, tutte cose che ci frenano e  bloccano l'azione, facendoci perdere il momento giusto. Quindi mai tentennare davanti alle scelte, agire !

Andando avanti troviamo la comprensione, strettamente collegata al quinto punto (l'empatia). Il saperci mettere nei panni del titolare ci serve a capire come potergli essere maggiormente d'aiuto; se invece siamo noi i titolari o i responsabili il comprendere i nostri collaboratori ci permette di capire le loro difficoltà e come intervenire per sostenerli e aiutarli. Attraverso lo sforzo di astrarci da noi stessi o dalla nostra posizione gerarchica guadagniamo un vantaggio immenso: il capire meglio gli altri.

L'onesta è un elemento imprescindibile nella vita relazionale come nella gestione degli affari. Una persona trustworthy (degna di fiducia) è ricercata da chiunque. Il mantenere la parola data, il rispettare orari e impegni presi, sono tutti comportamenti d'eccellenza.

Ci spostiamo all'empatia, ovvero alla nostra capacità di entrare in relazione con gli altri, di manifestare le nostre emozioni, di trasmettere agli altri i nostri sentimenti positivi. L'empatia è cruciale non solo nei rapporti interpersonali, ma anche a lavoro. Solo chi sa raggiungere collaboratori e pazienti, creando con loro un vincolo di fiducia, rispetto e stima reciproca, saprà guadagnare il loro sostegno anche nei momenti difficili.

Ancora la ricerca, intesa come quel bisogno di andare sempre oltre e non fermarsi al primo risultato ottenuto. Lo studio, la formazione continua, il bisogno di trovare nuovi modi di approcciare la professione. Incontrarsi con tanti professionisti, seguire corsi, scambiare pareri e idee sono il modo migliore per rimanere sempre competitivi e all'avanguardia.

Dulcis in fundo, abbiamo l'ottimismo. Quest'ultimo elemento è come il pizzico di sale che dà sapore all'amalgama di tutti gli altri ingredienti. Le persone di successo sono persone positive, che hanno fiducia in se stesse, in quello che fanno e in coloro che hanno al loro fianco. Sono capaci di entusiasmare e coinvolgere in questo stato mentale ed emotivo tutte le persone che entrano nel loro raggio d'azione, trainandole verso la realizzazione di grandi obiettivi.

Eccoci qua, alla fine della nostra personale ricetta per affrontare la crisi. É il condensato del nostro approccio in studio che ha portato ad ottimi risultati come collettivo e come singoli, facendoci crescere e migliorare sempre più.

E tu? Sei pronto a metterti in gioco?

Giuseppe Massaiu, Laura Carta e Alberto Massaiu

No Comments

Comments are closed.